Treia, dal 22 al 24 agosto 2014 al Circolo Vegetariano VV.TT.: "Femmineo sacro e parità fra i sessi”


Da tempo immemorabile il femminile è stato preso come esempio della capacità creativa di Dio. Anche nel cristianesimo abbiamo l’esempio della Madonna che rappresenta l’energia naturale attraverso la quale l’infusione dello Spirito Santo consente al “figlio di Dio” di assumere una forma fisica in questo mondo.
Molto spesso le antiche immagini della Madonna rappresentano vari aspetti protettivi che son propri della madre. La discussione in corso in varie branche del cristianesimo ma anche nel cattolicesimo stesso ed in altri credo religiosi porta a rivalutare ulteriormente la posizione femminile. Sono sicuro che il “sacerdozio” femminile molto presto diverrà una realtà in ogni religione… è inevitabile che ciò avvenga poiché la presenza divina non può essere considerata minore nel corpo femminile, altrimenti ciò implicherebbe una “imperfezione” della divinità stessa…
Purtroppo il maschilismo religioso nel cattolicesimo è ancora una realtà. Sappiamo tutti che la posizione della donna nella chiesa cattolica è di serie “b”, infatti solo i maschi possono recitar messa, impartire i sacramenti, svolgere funzioni sacerdotali ed essere nominati vescovi, cardinali e papi. Le donne possono solo occuparsi di penitenze e lavori marginali, con vari esempi dalla Perpetua alla madre Teresa di Calcutta. Recentemente nella chiesa anglicana è stato inserito un concetto di parità fra i sessi concedendo alle donne di accedere alla carica vescovile ma difficilmente l’esempio potrà essere seguito dal vaticano – in tempi rapidi.

Nella tradizione cristiana i festeggiamenti per l’assunzione in cielo della Santa Madre Maria  corrispondono alle feste pagane di metà agosto.  Dal 22 al 24 agosto saremo al Circolo Vegetariano di Treia per aprire una discussione sull’argomento del “Femmineo sacro e sulla parità dei sessi”. L'incontro culmina con l'ormai tradizionale pellegrinaggio alla Grotta di Santa Sperandia, che quest'anno si svolge il 24 agosto 2014.  
Paolo D'Arpini
Antica sacerdotessa in trance

Nessun commento:

Posta un commento