Le Facce del Tempo: "I destini d'Italia. Il futuro con Nostradamus" - Recensione

La Vita umana è contrassegnata dalle linee dei Tempi, degli Anni, dei Sogni e delle Speranze. Le Facce del Tempo marcano sulla fronte con le rughe i segni quanto i cerchi di un grande albero racchiusi dentro e fuori di ogni tronco umano ovvero il corpo di carne, pelle su cui constatiamo i Segni epidermici della Pella dei Tempi. Ogni cosa ha la sua maschera , forma, fisionomia, struttura, icona, nome, colore, sostanza che  come un abito  che si veste o si spoglia inevitabilmente come foglie che cadono nella stagione morta. Ritmi, cicli e stagioni secondo madre natura da eoni su eoni…che si cercano di decifrare lo scorrere del Tempo e di ogni principio che pure divinizzato impersonificato dal mito con il remoto- vecchio Saturno che falcidia e fagocita i suoi stessi figli o da quel Giano (latino)  primo pater divino del mito romano – che detiene le Porte (Janua –la Porta)e le Chiavi dei Cieli e dell’Infero, degli Abissi. La Chiave Aurea dei Cieli e la Chiave argentea degli Inferi, passata poi nei Millenni nella mani di quel Pietro che da Sommo Pontefice o Ierofante celebrando i rituali liturgici della Terra Saturnia, rinnovati sugli altari in cui Helios- il dio Sole è stato soppiantato dal Sole Invitto , noto – emblema degli imperatori romani (Eliogalbo) ed infine di Costantino Cristiano e Sole di Giustizia cristiano.
rotamundiL’uomo non è apparso su questa sconfinata landa terrestre per milioni di anni per essere gettato in balia del Nulla. Nel Nulla – impropriamente semmai se ci si affida alla logica della scienza che afferma come dal Nulla Infinito Oscuro sia scaturito il mondo(cosmo)la creazione dei cieli. Perciò – ammessa ogni Oratione o   Teoria e licenza scientifica , nulla potrà più turbare i filosofi che chiamano l’Infinito che avvolge senza limiti il corpo dei mondi stellari, il Manto avvolgente come una culla, come una placenta, come una Madre Cosmica la più grande stella come la più piccola invisibile cellula chiamata Vita.  Tutto il Divenire delle Cose ha una sua matrice, una sua origine, il Principio che allarga la sua esistenza nel tempo successivo delle età cronologiche che sono il fluire degli eventi chiamato : Futuro. Guardando i Cieli – Noi oggi vediamo come erano le stelle nel passato di dieci o cento o mille anni luce fa che possiamo anche calcolare la loro posizione e possibile cifra della loro Vita Cosmica, tanto più con il nostro Sole che continuerà a brillare per così tanti millenni(miliardi) illuminando una terra futura priva di oceani e pure della stesa Via.
Di fronte a misure così immense che non avranno nessun testimone umano della civiltà attuale…evento che dovrebbe far meditare sulla fragile, effimera esistenza Umana a rischio più di ogni altro tipo di vita e di insetto che invece potrebbe sopravvivere e adattarsi a condizioni proibitive per l’umanità, ma adattabilissime per le sole formiche o scarabei stercorari. Questa Natura così sorprendente con equilibri che da un secolo abbiamo incrinato, cosa che nessuna altra creatura fa, salvo noi umani figli del bene e del male che poco ci preoccupiamo del Futuro, anzi mettiamo alla gogna coloro che si fanno profeti, araldi, cassandre del domani  a repentaglio – azzardo – per le rovinose libertà di fare senza alcun criterio e rispetto, per quanto da milioni di anni invece manifesta la Natura. C’è il sentore che pochi uomini per puro istinto, presagiscono il Domani. Un domani collettivo pari agli insetti in comunione con la natura, hanno antenne per invisibili(onde) che vibrano- percepiscono in anticipo la Tromba del Giudizio. La Crisi di una Apocalisse delle Fonti, delle Acque, dei Mari e degli Oceani vilmente inquinati dalla fogna dei rifiuti umani. A questa generazione finale del Millennio è stata data la Chiave dell’Abisso(Ade o Inferno) La Chiave delle Cataratte celesti, delle Acque(Idrogeno) dell’Idro … Genesi che da Acqua di Vita diventa invece il Diluvio di Fuoco e fiamme dissolutrici  nucleari. laclefUn Fuoco che invece di aiutare la GENESIS umana sulla strada del progresso, come un fuoco strappato dall’Olimpo, dalla Città degli Dei e portato benedetto tra gli uomini per accendere il focolare della Universalità e della Fratellanza, si erge come fuoco nero alimentato dall’olio nero? Così maledetto e  sfuggito dalle mani sagge di un Prometeo previdente per cadere nella mani di un fanatico imprevidente fratello per nulla saggio e cosciente del Potere manipolato e male imbrigliato, tanto da sfuggire dal suo controllo e come un Fetonte, figlio del sole e della terra, precipitare nell’Infero tartaro o nel deserto arido dell’autodistruzione marziale.
Eroi di ieri e di domani che non sanno prevedere le vere minacce che vengono dal potere dell’infero dell’isteria che disgrega l’armonia umana, invece di gettare il seme di una fiamma universale, il serto di una corona che cingerà la fronte di un monarca universale. Da Dante a Nostradamus al Fanti il sogno di un Novello Augusto non si è mai spento e cova come la Fenice sotto le ceneri e le braci per rinascere al soffio del vento Anemos , Spirito della Verità.
Chi pensa ad un modo unito sotto una stessa Etica e Legge planetare, sconfina secondo gli scetticismi imperanti nell’Utopia di una Città del Sole, teorie che ha alle spalle i suoi cinquecento anni profetici , quei cinquecento dieci e cinque o qui indice anni dopo cui riappare la PHENICE .
Ed a tutt’oggi queste profetiche visioni sono disprezzate soprattutto da coloro che hanno troppa cultura politica e pregiudizi, dimenticando che poi le grandi Profezie derise e vilipese sono balzate sulla scena del mondo prepotentemente a dispetto dei Dotti, che hanno una sola parola sule loro labbra di loquaci tuttologi che hanno solo il coraggio di dire IMPOSSIBILE ad ogni cosa che FACCIA luce sul Futuro…e così mettendo a nudo  la loro inerzia mentale tanto sterile di non essere capaci di immaginare il Domani. Il Futuro è dentro di Noi , e questa pandemia divina o fantastica, curiosità senza limiti, questa voglia in fronte di sognare ad occhi aperti, il Fiat Lux da cronometrare. Potete chiedere ad una stella quando è nata, quando ha iniziato a splendere nel firmamento ? Non possono datare l’inizio, salvo immaginarlo perché il principio è troppo lontano indietro. Concepiamo solo virtuali fili di una matassa complessa che invisibili forse o mani cosmiche hanno sbrogliato con l’immensa veste dei cieli.
atlante
Troppi sono i Carrefour dei Nodi che come incroci compongono il filo di queste stringe(corde) tanto della Vita che hanno contrassegnato il primo istante della corsa ed esperienza d’uomo a mente aperta a tutti gli orizzonti che man mano si sono presentati e da soli dentro lo schermo eterico, mentale sfera dell’immaginario specchio di una fonte che  in noi germoglia come ideali che non hanno confini, limiti, proibizioni, divieti, ostracismi, morali, decaloghi a cui attenersi sottomessi, ubbidienti a tanti dogmi salvo altrimenti…infrangere queste catene rivoluzione dopo rivoluzione , RIVELAZIONE DOPO RIVELAZIONE.  Ma dentro di Noi cosa cambia man mano che passano gli anni  e i decenni ? Cosa Dio cambia nello spazio di pochi decenni ? Da quando abbiamo scritto queste righe  lentamente grazie al vento(anemos) degli eventi come accade per le dune del deserto che granello dopo granello si sono formate nuove dune, o colline su cui bisogna montare a mostrare la fiaccola sempre in alto se vien meno la Luce.  Così le mode e i modelli dei costumi e degli abiti cambiamo come le idee che si alternano come in una mescolanza che è divenuta unicamente una farsa o più semplicemente la ripetizione ciclica di modelli vistosi o severi sino alle autarchie, e sprechi e rifiuti senza contenimento, fatti sulla nostra Pelle. E sulla nostra Pelle che passano le crisi economiche e politiche, il costo di una vita tartassata  ad opera dell’estrema impostura ed imposta di uno Stato Fiscale.  Sono lontani i tempi della Decima biblica.  Che ogni ceto sociale doveva allo stato…incluse le etere o puttane o squadroni  dell’harlotry o whore o worse peggiore che colma le Borse! Nei tempi passati chi era dedito allo strozzinaggio era condannato persino con la Forca (The Gallow)Siamo ad un punto che è arduo riconoscer chi sia il vero usuraio  che si comporta da vampiro e Sangsue e causa angosciante e di sconforto, privazione, depauperamento del lavoro  da portare all’Autodistruzione. Le leggi di Ieri sono semplicismi in confronto alle trappole burocratiche entro cui è presa al laccio la nostra esistenza.( la Corda peggiore o the Rope è l’EU"europea unione"Ropa il  cappio strong rope che impicca economicamente …)
abbraccio
Guardandoci attorno possiamo solo rammentare che sono stati “i nostri padri” putativi della politica e dell’economia a portarci verso questo sistema angosciante ed incertissimo del nostro futuro.( Non hanno compreso assolutamente questa crisi)- Qualsiasi risparmio è stato divorato dall’inflazione  galoppante, pochi denari messi via, ora milioni senza potere di acquisto o di rendita alcuna per sopravvivere. poveri coloro che hanno lavorato tutta una vita per sperare. dopo aver fatto le formiche, di avanzare nella vecchiaia la speranza di sognar come le cicale…meritatamente. Tempi davvero incerti e di grande inquietudine in cui tutte le certezze e le promesse fatte dalla classe dirigente(Partiti) appaiono ora come menzognere spiagge verso cui chi arriverà nel Domani, si troverà fesso e buggerato, con poche lire senza diritti e sostegni. Speranze tradite…per coloro che giovani di ieri, invece  speravano in un migliore futuro. E nessuno di loro ha mai immaginato che saremmo arrivati a tala lastrico generale, poiché nessuno di loro ha prestato orecchio al saggio che avvertiva…vista la generale conduzione del sistema in mano a uomini poco nobili nell’impegno dei doveri sociali, bensì attivissimi per i propri ed unici interessi di partito e di Élite(lobby)-
Le Cassandre hanno avuto ragione ma ciò nonostante continuano a non essere considerate e credute !Si continua ad alimentare l’ostracismo , a tener fuori chi ha dimostrato di aver una tale lungimiranza economica e politica, ecologica ed etnica dello scenario planetare. Docenti ed esperi  del senno di poi appaiono sui teleschermi per spiegare alle masse i loro illuminanti pensieri che ciechi ieri, pretendono ora di essere guariti per guidarci nel futuro. E senza di fatto sia avvenuto il Miracolo o siano stati investiti dallo Spirito Santo !
Essi ancora preannunciano imperturbabili che tutto filerà liscio, sdrammatizzando le crisi, il crollo dei sistemi, il malcontento generale, la fame che galoppa come il cavallo) impazzito e tenebroso descritto nell’Apocalisse. Il Cavallo del grande Crescente Islamico (7-7 Vedi Centurie)!!!!  Quel Libro del Destino che è un altro Libro disseminato di enigmi, in cui più che della Predestinazione umana c’è il Giudizio sul Mondo "The of the World Rating ?  Ovvero quanto ci costano questi Giudizi sui piatti dell’economia ! "  Debiti e crediti secondo la Clasificación-Sorting del Mundial- Η Αξιολόγηση του Κόσμου(in greco) Axiologisi tou Cosmo- δικαστή κρίνει – Consideriamo e giudichiamo come viviamo  allora strozzati dal Giudizio o dal Giudice sino a spaccare un crino-capello in due !-  Ma ci sono ancora molti millenni di vita e di più civiltà secondo le pagine dei Libri e dei Presagi che vanno oltre il 3979 immenso scenario che ha incluse nel vasto caleidoscopio immaginifico – non tutte le Vite ma salvo alcuni di coloro che incarneranno il mito del Bene e del Male e vivranno nei secoli, come immortali maestri dello spirito e del tempo e del Tempio e del suo Architettore –  di cui non conosciamo ancora i suoi Riti  celesti e cosmici e soprattutto retti dal Misterion-Terion -Erion (Montone) del TEMPO stesso che perdurando ad oltranza, sia il Mistico Segreto del Tempo  per noi Umani e coloro che verranno l’eredità di promesse le cui cifre e il Cuncta (TOTALE, IL TUTTO) da enumerare resta INFINITO specchio del Mondo e del Cosmo Tutto.
Questo articolo è tratto dalle pagine  finali 192/3/4/5 de I DESTINI d’Italia di Renucio Boscolo  – 1992- Gribaudo editore.

Nessun commento:

Posta un commento