Tarocchi e Cabala, "tra le righe"



Fra i vari significati dei Tarocchi ve n'è uno diciamo così "trasversale" -forse attuato così di proposito -e che affiora solo dopo un'attenta presa di visione degli Arcani Maggiori nel loro insieme. Mi riferisco al fatto che nella metà dei 22 Arcani ricorre uno schema grafico-geometrico che vede una figura centrale e due ai suoi due lati, generalmente (ma non sempre) più in basso.


TRA LE RIGHE

Fra i vari significati dei Tarocchi ve n'è uno diciamo così "trasversale" -forse attuato così di proposito -e che affiora solo dopo un'attenta presa di visione degli Arcani Maggiori nel loro insieme.

Mi riferisco al fatto che nella metà dei 22 Arcani ricorre uno schema grafico-geometrico che vede una figura centrale e due ai suoi due lati, generalmente (ma non sempre) più in basso.

Questo è il caso del Papa (con i due discepoli) dell'Innamorato (con le due donne) del Carro (con i due cavalli) della Giustizia (con i due piatti della bilancia); poi della Ruota di Fortuna (con i due strani animali rispetto alla sfinge che li sovrasta; della Temperanza(con le due brocche) ovviamente del Diavolo (che è lo specchio del Papa, qui con i due diavoletti)poi della Torre (con i due ometti ai suoi piedi) della Stella (di nuovo con due brocche) della Luna (due torri e due cani) del Sole (due gemelli) e infine del Giudizio (i due genitori del bambino).

Ci dev'essere un motivo per questo simbolismo così ricorrente, dato che nei Tarocchi nulla è lasciato al caso, e tutto si riconduce .a un simbolismo universale,concordante con quello di tutte le tradizioni sapienziali dell'antichità.

Il primo che viene alla mente naturalmente è quello del triangolo, elemento geometrico sacro per eccellenza - come lo è il numero 3 - dato che in esso si ritrova l'Uno (l'apice) e la sua differenziazione duale nelle polarità, per poi tornare all'Uno nell'androginia così evidente nel Diavolo.

Elemento che si può anche ricondurre alla simbologia fallica, anch'essa ammantata di sacro nell'antichità, poiché oltre a rappresentare l'ideazione originale riveste anche significati di rigenerazione (nei culti misterici) di resurrezione (nell'antico Egitto)e generalmente di "innalzamento" spirituale rappresentato da quello fisico.

Ma vi è un'altra simbologia che la disposizione dei soggetti di ognuno di questi Arcani richiama, ed è quella riferito all'Albero cabalistico (Cabala che ha molte affinità con i Tarocchi, ognuno dei quali può essere visto in collegamento con una lettera dell'alfabeto ebraico, che sono 22) e in particolare alle tre sfere superiori : la Corona (Kether) la Saggezza (Chokmah) e l'intelligenza (Binah).

Nella Cabala queste tre sfere fanno parte di due diversi piani di realtà (detti "Mondi" nella Cabala): la Corona è lo stato emanativo da cui tutta la manifestazione prende luogo, ed è da sola il primo mondo, Atziluth, quello di massima prossimità con l'Uno nel nostro universo; le altre due sfere compongono il secondo mondo, quello creativo, Briah, e rappresenta la polarizzazione dell'Uno in elementi maschile e femminile.In queste due sfere si riversa il potere dell'Uno ed esse sono in dipendenza reciproca, l'una rispecchia l'altra.

Simon Smeraldo

Immagine incorporata 1

Nessun commento:

Posta un commento