...."cristiani"? Mi sia consentito un dubbio!



Se mi posso permettere.... uno studio che sto facendo da tempo ed è una ipotesi su cui sto cercando fonti e che orientativamente ha origine nel 64 (Incendio di Roma) che poi viene addossato ai cristiani (quali?) in cui sembra essere perito anche Pietro!!! (scelta sbagliata  da parte di Gesù!! e come mai fu crocifisso sottosopra (leggenda vuole per umiltà) ma vedi caso la croce sotto sopra è il simbolo dell'anticristo.... ma non voglio entrare in questo argomento troppo complottista  anche per me ma certo da farci qualche riflessione!!!

Sono altresì convinto che il problema non comincia con il il concilio Vaticano secondo ma molto molto tempo prima!!!

Io sono convinto che nei primi 100 anni (ma anche meno... circa 70) si gioca il "vero cristianesimo".. primitivo.......

Una nota a margine mentre  la chiesa (istituzione) è una organizzazione che ha tutto l'interesse ad autodeterminarsi e a consolidare una certa verità...... (quindi concorde per forza) fa specie che molti autori (che non si conoscono tra loro) distanti chilometri in epoche diverse studiando  quel periodo arrivino tutti a trovare quanto meno delle incongruenze.... Saranno pure "ignoranti" di religione, ma certamente non hanno gli occhi foderati di prosciutto.. (Luigi Cascioli, Emilio Bossi, Emilio Salsi, David Donnini, ecc).

CI sarebbero molte considerazioni da fare  da Teodosio e Ipazia ma tra le tante domande che non trovano una loro ragionevole riposta che non ricorra a dogmi o a posizioni fideiste  c'è ne una che ultimamente mi macina....

Ma facciamo un passo indietro.... un parallelo azzardato ma logico.

Gli ebrei hanno sempre istituzionalizzato le loro posizioni al fine poi di imporsi con la legge su tutti glia altri, arrivano ai politici e si fanno approvare le leggi che vogliono... e oggi lo vediamo con la olocusto-religio......

Con tutte le eccezioni e contestualizzazioni del caso....... trovo  nella statalizzazione del cristianesimo lo stesso atteggiamento.....

Ricordiamoci  che gli ebrei per eliminare Gesù andarono presso il potere costituito  (come fanno sempre) corrompono e manipolano chi ha il potere in quel momento!!! 

Sempre da un punto di vista logico l'impero romano fa strage dei pacifici cristiani per poi farla diventare religione di stato!!!
(la domanda è quali cristiani venivano perseguitati e perché?  perché predicavano l'amore?)

Dove non si può arrivare con la forza della verità (altre correnti rimaste fino ad oggi)  si arriva con la forza..ad imporre un verbo che dovrebbe avere la sua forza da sola..... C'è una storia.. che per quanto si possa ridimensionare (oltre al fatto che per molti anni la cultura e la storia è passato solo ed esclusivamente attraverso gli amanuensi benedettini e poi per gli imprimatur della chiesa)  presenta violenze inaudite  .... per una istituzione che doveva rappresentare l'amore di Cristo.

Se è vero che anche la verità segue la legge della minor resistenza (la via logica più semplice) allora tale atteggiamento della presunzione ebraica (fratelli maggiori, nome amato da Bergoglio) si è trasferito (Paolo) anche al cristianesimo che a quel punto, dopo essersi istituzionalizzato  (Costantino - Teodosio) (ricordiamo che Gesù più di una volta separò nettamente, il  "potere mondano dalle cose di Dio") diventò intollerante con tutti gli altri cristianesimi!!!   

C'è poi la questione mitraismo e le varie scissioni (da subito) che a mio modesto avviso contrastano con la presunzione di universalità! e la forza dello spirito (sposata con l'istituzione).

Anche le false (false?) lettere tra Lucio Anneo Seneca e Paolo

L'incerta data di nascita, l'incerta data di morte, l'incerta collocazione di Nazaret,   i primi trenta anni (sconosciuti)....
La forza del messaggio, intendiamoci permane ed ha una potenza indiscussa, ma il  personaggio storico esportato da quella chiesa non coincide con la sua dottrina se non a forza di dogmi, Figura  troppo ricalcata in figure già presenti in religioni pre-esistenti 

L'atteggiamento di vedere dietro uno gnostico  (tra l'altro gnosticismo pre-cristiano) un eretico e in ogni eretico uno gnostico  (oggi si potrebbe dire anche ateo)  è cosa di cui si  trova la radice in Ireneo!!  (ma all'epoca era giustificabili, oggi non più)  (gli stessi studiosi   cristiani sanno che non si può etichettare tutto in questa maniera  semplificando e liquidando la questione altrimenti  anche il vangelo di Giovanni e qualche lettera Paolina sarebbe gnostica)

Poi c'è la questione dei testi di Qumarm...... 

Giuseppe Turrisi

Nessun commento:

Posta un commento