Vendere l'anima a satana.. per inavvertenza


Si abbocca all’amo o si cade nella rete dei persuasori occulti di ogni tipo - commerciali, politici, religiosi, affettivi, erotici… - solo quando si hanno desideri e ambizioni che ci bruciano dentro, quando si ha una sete continua e divorante di oggetti o posizioni.

Questa condizione permanente di ambizione e avidità ci rende disponibili anche a vendere l’anima al diavolo, ci rende esposti alle seduzioni dei venditori di sogni. E il diavolo psicologico, maestro e signore di tutti gli ego desideranti, il quale, conoscendoli a perfezione, sa come trattare queste richieste e voglie basate sull’avere, sul potere.
Perciò appena sente l’odore sulfureo del desiderio egocentrico diffondersi nell’aria compare puntualmente, pronto a truffarci, a manipolarci, sedurci ogni volta. Si dice anche che ognuno di noi ha un prezzo con cui è corruttibile e il diavolo questo lo sa perfettamente. Ciò può essere vero però solo se in qualche maniera si è nel mercato delle aspettative, dei desideri, delle brame…
E’ soltanto chi conosce veramente se stesso che non è più in vendita su quei mercati, in quelle vetrine accattivanti dove si svolgono le trattative: ormai non è più merce per il persuasore di turno. Non avendo più un prezzo, essendo ormai nulla e nessuno, non volendo altro che quel che ha, nulla e nessuno lo può lusingare, blandire, comperare.

Nessun commento:

Posta un commento