"Buddha La Luce dell'Asia" di Edwin Arnold



La meravigliosa storia di Siddharta: il principe che rinunciò a tutto per trovare se stesso (Giulio Perrone Editore)

    "Qui è scritto del liberatore del mondo, di Buddha, detto sulla terra 'Siddharta'"

Nei millenni che furono accadde questo. Un giovane prinicipe indiano, Siddharta, rampollo di una potente dinastia, scambiò la sontuosa regia in cui era nato insieme ai suoi privilegi per la fredda solitudine di una foresta. Ne seguirono lunghi anni di studio e di meditazione finché, all'improvviso, non giunse l'illuminazione a dimostrare a chiunque avesse dubitato delle scelte di Siddharta quanto fosse giusto lasciare tutto pur di scoprire se stesso. 

Da quel momento in poi, il nome di quel principe, Buddha, sarebbe stato mormorato da milioni di persone in tutto il mondo nei momenti di sconforto o di ispirazione. 

Ma la fede non serve a dimenticare come la storia del principe indiano fu soprattutto la storia di un uomo: una biografia avventurosa e poetica che, con umiltà e ammirazione, Edwin Arnold ricostruisce sulla base della sua profonda conoscenza dei testi orientali e di una realtà che, con il trascorrere dei secoli, non ha fatto che continuare a svelare l'attualità del pensiero del Buddha insieme al grande fascino di un personaggio senza tempo.

    "La vertenza fu dibattuta in pieno consiglio: chi la pensava in un modo, chi la pensava in un altro, finché si alzò un sacerdote sconosciuto e disse: 'Se la vita ha valore, una creature deve appartenere a colui che gliel'ha salvata, non a chi ha tentato di distruggerla. L'uccisore preda, il protettore sostiene la vita; sia quindi a lui l'uccello ferito".
    
KarmaStampa - Macrolibrarsi

Nessun commento:

Posta un commento