Me l'ha detto l'uccellino: "La fine del mondo non c'è stata ma ..."



Sembra quasi incredibile, ma ho  l'impressione che alla
maggioranza di noi la mancata "fine del mondo"abbia suscitato delusione invece che sollievo.


Siamo tutti talmente stanchi di questo clima d'incertezza e ti paura,che ad arte,ci hanno confezionato intorno,che forse avremmo preferito finirla una volta per tutte.

Ma a guardarla più attentamente, questa situazione, forse potremmo anche accorgerci che in fondo "la fine del mondo" è già avvenuta, ma non in modo catastrofico come era stato preannunciato, ma in maniera subdola e ancora peggiore, ancora più cattiva.

Non è forse la fine del mondo la mancanza di un lavoro, che priva un padre della possibilità di sfamare i suoi figli? Oppure quella di ridurre un anziano ad una dieta di pane
e latte per poter arrivare a fine mese? O ancora l'accanimento e lo sfruttamento di questo povero pianeta, che non ne può più di abitanti ingrati e razziatori.


E' tutto un sistema iniquo che sta implodendo su se stesso e non dovremmo temere la sua fine, ma sperare qualcosa di
meglio per il futuro.


Ricominciamo da oggi a ricostruirlo, ogn'uno di noi con il poco o il tanto che ha, non trinceriamoci dietro barriere
d'indifferenza e di paura. Fuori è ancora notte e fa un freddo cane, ma mi arriva il canto di un uccellino come fosse primavera.


E' un invito alla speranza e a nuova vita. Accogliamolo.

Lucilla Pavoni


..................

Dice Osho: "...Chiedere alla gente di votare: è naturale che la maggioranza abbia sempre ragione. La verità deve essere trovata dalla maggioranza: è il metodo che gli esperti adottano per guidare il mondo intero -la verità deve essere dimostrata dalla maggioranza. In realtà, è vero l'esatto opposto: la maggioranza crede sempre nelle menzogne, perchè la maggioranza è costituita dagli sciocchi..."

Nessun commento:

Posta un commento